Categorie
Uncategorized

Cos’è la pandemic fatigue?

Cos’è la pandemic fatigue?😩⠀

È una sensazione di fatica particolare, una stanchezza psicologica, più che fisica, causata dallo stato di crisi prolungato.⠀

❓Perché ci sentiamo così?⠀

😰All’inizio della pandemia i sentimenti più comuni erano di paura e di angoscia di fronte a qualcosa si incontrollabile.⠀

❕Ma con il passare del tempo, questo stato di allerta è diminuito, ci siamo adattati ai cambiamenti e con l’arrivo dell’estate la paura è diminuita.⠀

🗓Il passare del tempo e l’impossibilità di vedere una fine della pandemia sono i fattori che più hanno inciso su una diminuzione dello stato di allarme.⠀

😞Oggi, sapendo già a che misure si andrà incontro per l’aumento dei casi, si avverte un forte malessere psicologico, un senso di impotenza e una perdita di energie psichiche per affrontare la giornata.⠀

😷Tanto che l’ OMS teme una diminuzione di comportamenti raccomandati per proteggere sé e gli altri dalla diffusione del covid 19.⠀

💬Voi come state? Lasciatemi un commento per raccontarmelo!⠀

📩Scrivetemi in direct se questa sensazione di malessere diventa significativa e prenotate un appuntamento (online o a studio) con me.⠀

Categorie
Uncategorized

Come si muovono le donne oggi?

Come si muovono le donne nel mondo nel 2020?⠀

🌀Con il termine genere si indicano gli atteggiamenti, i comportamenti e i sentimenti che una data cultura a corrispondere al sesso biologico di una persona.⠀

🧞‍♀️🧞‍♂️Definisce cosa significa essere “uomo” o “donna” in una certa società.⠀

🌓Spesso questa categorizzazione è molto rigida, tanto da generare profondi stereotipi, discriminando le donne, ma anche gli uomini.⠀⠀⠀

🧞‍♀️Infatti, le donne si trovano a dover fronteggiare mille difficoltà, facciamo qualche esempio:⠀⠀⠀

– le molestie sessuali mascherate da semplici avances in tutti in contesti in cui vivono;⠀⠀

– la difficoltà di trovare un lavoro per via di una probabile o presunta maternità futura;⠀⠀

– la gestione della casa che spesso riguarda solo loro;⠀⠀

– la disparità salariale a parità di incarico con un collega uomo;⠀⠀

– i canoni estetici imposti dalla società;⠀⠀⠀- tutto ciò che concerne la sessualità⠀(e la lista potrebbe continuare ancora moltissimo, purtroppo).⠀⠀⠀

🧞‍♂️Ma gli uomini?⠀⠀⠀

☢Cos’è la mascolinità tossica?⠀⠀⠀⭕

E’ un termine che si riferisce alle attitudini stabilite dalla società, che definiscono tassativamente quello che è il ruolo di genere mascolino che si presuppone un uoma debba tenere per essere considerato tale.

Facciamo un po’ di esempi anche qui:⠀⠀⠀

– impossibilità di esprimere le proprie emozioni liberamente, perché altrimenti si è considerati deboli;⠀⠀

– la rabbia fa eccezione, perché necessaria a ristabilire il proprio potere su un altro uomo o su una donna;⠀⠀

– è necessario avere molte donne per confermare lo status di “conquistatore”;⠀⠀⠀

– avere sempre ottime prestazioni sessuali, perché altrimenti non si è abbastanza uomini;⠀⠀

– pregiudizi per cui gli uomini sono interessati solo al sesso e mai alle relazioni;⠀⠀

– gli uomini non sono interessati alla genitorialità, in caso contrario sono definiti dei “mammi”⠀⠀(e anche qui potremmo continuare ancora).⠀⠀⠀

❓Perché tutti questi pregiudizi?⠀⠀⠀

🌬⁣Molti hanno uno stesso comun denominatore: l’idea che il non-maschile sia inferiore al maschile.⠀⠀⠀

💬Voi che ne pensate? Scrivetemelo nei commenti

Categorie
Uncategorized

Disturbi depressivi e falsi miti

⁣Come è possibile che tutti si sentano depressi, ma chi ne soffre davvero stia “solo esagerando”?⠀⠀
⠀⠀
❌I disturbi depressivi sono circondati da false credenze, come molti disturbi mentali.⠀⠀
⠀⠀
🔴E’ curioso che nel linguaggio comune l’espressione “mi sento depresso” sia estremamente frequente (tutti l’avremo utilizzata almeno una volta nella vita!), mentre nessuno dica “oggi mi sento proprio schizofrenico” oppure “questa settimana sono stata un po’ anoressica”⠀⠀
⠀⠀
🔴E’ ancora più curioso che,nonostante tutti ci sentiamo un po’ depressi in certi giorni, chi poi soffre davvero di questo disturbo sia spesso considerato debole, esagerato e senza la forza di volontà di affrontare i problemi.⠀⠀
⠀⠀
⚫Tutti noi che ci sentiamo depressi a giorni alterni non abbiamo nessun pregiudizio che ci grava addosso, chi ne soffre davvero invece sì.⠀⠀
⠀⠀
❗Forse, aver utilizzato in maniera così semplificata e generica questa parola, avendola del tutto depatologizzata, invece di farle perdere lo stigma, le ha fatto perdere un significato importante, che è quello della sofferenza che comporta.⠀⠀
⠀⠀
‼Nel carosello potete leggere una serie di luoghi comuni sui disturbi depressivi, che non corrispondono affatto alla realtà.⠀⠀
⠀⠀
❓Cosa possiamo fare, quindi, per stare vicino a qualcuno che soffre di un disturbo depressivo?⠀⠀
⠀⠀
✅Permettergli di essere triste, accogliendo il suo dolore e il sentimento di vuoto che può accompagnarlo.⠀⠀
⠀⠀
✅Rispettare il suo dolore, senza giudicarne le motivazioni che lo causano.⠀⠀
⠀⠀⠀
✖Non esortarlo a vedere i lati positivi della vita, non si tratta di una questione di forza di volontà, ma di disagio psicologico. Quando ci rompiamo un piede nessuno ci dice “sforzati a camminare, un po’ di forza di volontà”. La stessa cosa vale per il dolore psicologico, non si può decidere si “smettere di essere depressi”.⠀⠀
⠀⠀
✖Non continuare a sottolineare la vita meravigliosa che ha, perché così si attivano solo ulteriori sensi di colpa.⠀


🤔Vi vengono in mente ulteriori pregiudizi che riguardano la depressione?⠀
✍Scrivetemelo nei commenti!⠀
📩Se state affrontando un periodo di difficoltà, contattatemi in direct per prenotare un colloquio con me.


#depressione#misentotriste#soffrireinsilenzio#noncelapossofare#misentosolo#tantatristezza#tristezzainfinita😢#rispettare#rispettaildolore#stammivicino#comprendi#nongiudicare#nogiudizio#sostegnopsicologicoonline#nonlasciamoindietronessuno#ladepressione#sostegnopsicologico#salutementaleitalia#psicologaroma#falsimitipsicologi#pregiudizio#controognipregiudizio

Categorie
Uncategorized

Ghosting, ti è mai successo?

VI E’ MAI CAPITATO CHE LA PERSONA CON CUI AVEVATE UNA RELAZIONE SPARISSE ALL’IMPROVVISO?⠀


👻Ecco, questo è ciò che viene definito 𝐆𝐇𝐎𝐒𝐓𝐈𝐍𝐆, letteralmente diventare un fantasma, cioè 𝐬𝐜𝐨𝐦𝐩𝐚𝐫𝐢𝐫𝐞 improvvisamente senza aver dato alcuna spiegazione all’altro.⠀


📲Questo fenomeno, si è sempre più accentuato con l’avvento dei social, attraverso i quali “scomparire” è sempre più semplice, basta smettere di rispondere, togliere il follow, l’amicizia o bloccare l’altro.⠀


😰L’𝐞𝐬𝐬𝐞𝐫𝐞 𝐥𝐚𝐬𝐜𝐢𝐚𝐭𝐢 in maniera implicita e senza la possibilità di un confronto crea uno senso di abbandono, incredulità, disorientamento, ansia, rabbia e tristezza.⠀


❓Chi subisce l’abbandono, non riuscendo a spiegarselo, spesso inizia a pensare di aver fatto qualcosa di sbagliato e a sentirsi responsabile della scomparsa del partner. Tutto questo può essere molto difficile da rielaborare e minare l’autostima della persona.⠀

😶D’altro canto, anche 𝐢𝐥 𝐠𝐡𝐨𝐬𝐭𝐞𝐫 può percepire una sensazione di disagio. Questa modalità di fuga sembra essere la replica di un comportamento evitante sperimentato all’interno delle relazioni primarie nell’infanzia.⠀


🔺Non a caso le sensazioni di angoscia si attivano nel momento in cui il legame diventa più intenso, il timore di essere dipendente dall’altro aumenta e aumenta anche la paura di essere abbandonati. Allora, il ghoster decide di abbandonare per primo il partner, con la speranza di controllare la propria sofferenza e quella dell’altro.⠀


💬Se l’𝐞𝐥𝐚𝐛𝐨𝐫𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐢 𝐪𝐮𝐞𝐬𝐭𝐚 𝐢𝐦𝐩𝐫𝐨𝐯𝐯𝐢𝐬𝐚 “𝐬𝐜𝐨𝐦𝐩𝐚𝐫𝐬𝐚” 𝐬𝐭𝐚 𝐝𝐢𝐯𝐞𝐧𝐭𝐚𝐧𝐝𝐨 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐢𝐜𝐢𝐥𝐞 𝐝𝐚 𝐠𝐞𝐬𝐭𝐢𝐫𝐞 ed è accompagnata da un forte disagio emotivo o vi siete riconosciuti nella figura del ghoster e volete avviare un processo di cambiamento sul modo in cui entrate in relazione con l’altro, può essere utile iniziare un percorso di 𝐬𝐨𝐬𝐭𝐞𝐠𝐧𝐨 𝐩𝐬𝐢𝐜𝐨𝐥𝐨𝐠𝐢𝐜𝐨.⠀


Lasciatemi un 👻 se vi siete mai trovati in una situazione simile⠀
📩Scrivetemi in direct se vi è capitato e avete bisogno di iniziare un percorso per rielaborarlo.
#ghosting#ghoster#lasciarsi#esserelasciati#storie#scomparsa#relazione

Categorie
Uncategorized

Dipendenza affettiva

Eccoci qui a parlare di 𝐝𝐢𝐩𝐞𝐧𝐝𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐚𝐟𝐟𝐞𝐭𝐭𝐢𝐯𝐚 🔗

🔺E’ una modalità disfunzionale di stare in relazione con l’altro, in cui vi è una costante assenza di reciprocità nel rapporto.⁠


➡️Uno dei due partner riveste il ruolo di donatore d’amore a senso unico, per cui nega i propri bisogni e concentra tutte le sue energie sul partner considerato unica ragione della propria esistenza e fonte di sicurezza.⁠


❓𝐐𝐮𝐚𝐥𝐢 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐥𝐞 𝐜𝐚𝐮𝐬𝐞? Questa modalità relazionale ha origini antiche, va ricercata in dinamiche familiari sperimentate nell’infanzia dalla persona dipendente, che si è costruita un’immagine di Sé come di una persona inadeguata e non meritevole di amore.⁠


😰A ciò si associa un forte timore di essere abbandonati, per cui si avrà come obiettivo principale quello di soddisfare sempre i bisogni dell’altro pur di non perderlo.⁠


😥La continua ricerca di rassicurazione e controllo sull’altro e sulla relazione può a lungo andare generare vissuti di angoscia e sofferenza difficili da gestire.⁠


💬Quando questo disagio diventa significativo, 𝐩𝐮𝐨̀ 𝐞𝐬𝐬𝐞𝐫𝐞 𝐮𝐭𝐢𝐥𝐞 𝐫𝐢𝐯𝐨𝐥𝐠𝐞𝐫𝐬𝐢 𝐚𝐝 𝐮𝐧𝐨 𝐩𝐬𝐢𝐜𝐨𝐥𝐨𝐠𝐨 per diventare consapevoli delle dinamiche relazionali che si mettono in atto e modificarle.⁠

⁠Se avete trovato interessante il post, lasciatemi un 🔗 o scrivetemelo nei commenti.

📩Se vi trovate in una situazione simile e sentite il bisogno di parlarne con uno psicologo, scrivetemi in direct per fissare un appuntamento con me.

🌈Il cambiamento, per quanto difficile, è sempre possibile⁠.

Categorie
Uncategorized

Attacchi di panico – come gestirli?

𝗖𝗵𝗲 𝗳𝗮𝗿𝗲 𝘀𝗲 𝗮𝗯𝗯𝗶𝗮𝗺𝗼 𝘂𝗻 𝗮𝘁𝘁𝗮𝗰𝗰𝗼 𝗱𝗶 𝗽𝗮𝗻𝗶𝗰𝗼 𝗼 𝗮𝗰𝗰𝗮𝗱𝗲 𝗮𝗹𝗹𝗮 𝗽𝗲𝗿𝘀𝗼𝗻𝗮 𝗰𝗵𝗲 𝗲̀ 𝗰𝗼𝗻 𝗻𝗼𝗶?⠀

‼ATTENZIONE: quanto segue non è assolutamente da considerare come una pillola magica, per risolvere le nostre difficoltà e ritrovare il nostro benessere psicologico è necessario rimboccarsi le maniche e iniziare un percorso. ‼⠀

Questi sono solo piccoli suggerimenti che possono essere utili sul momento, ma non risolvono il disturbo.⠀

⁣𝗦𝗲 𝗰𝗮𝗽𝗶𝘁𝗮 𝗮 𝗻𝗼𝗶:⠀

☀Ricordarsi che la sensazione di morire è solo una sensazione, non si morirà davvero.⠀

⁣🌬Respirare lentamente e inspirando con il naso e buttando fuori l’aria con la bocca. ⠀


🚨Ricordarsi che l’attacco di panico avviene perché il nostro corpo è agitato, si innescano dei sintomi somatici (tachicardia, sudorazione, respiro affannato) che “ingannano” il nostro cervello e gli fanno credere di star per avere un infarto o star per morire.⠀


🚦Quindi, cercare di fare la stessa cosa, ma al contrario, respirare e calmare i sintomi somatici per far cessare l’allarme che si è innescato nel nostro cervello.⠀


⁣🚶Provare a distendere e rilassare i muscoli, camminando lentamente.⠀



⁣🐌Cercare di rallentare il flusso dei pensieri, per esempio focalizzandosi su una cosa sola che ci rilassa oppure contando con calma seguendo il ritmo della respirazione.⠀



Se capita a chi è vicino a noi:⠀


🔵 Non farci contagiare dal panico e rimanere quanto più possibile calmi.⠀


🌳 ⁣Spostarci e accompagnarlo in un posto tranquillo, se possibile lontano da altre persone.⠀



🙌Aiutarlo a respirare con calma, respirando con lui e dandogli il tempo per inspirare ed espirare.⠀


❓Rassicurare la persona ⁣e dirgli che avere un attacco di panico è qualcosa che può capitare, a volte anche senza una causa evidente e sapere il perché.⠀


🙏Eventualmente, assecondare delle richieste pratiche, ad esempio avere un bicchiere d’acqua, sedersi, camminare, chiamare qualcuno.⠀



Lasciatemi un ♥ se avete trovato utile questo post.⠀
📩Contattatemi in direct per fissare un colloquio telefonico con me.

Categorie
Uncategorized

#RUBRICACINEMAPSI: SEX EDUCATION E GLI ATTACCHI DI PANICO.


♥ Serie tv Netflix che ha suscitato molto successo, perché affronta con estrema delicatezza moltissime tematiche sessuali, abbattendo ⁣in maniera disarmante i muri della vergogna, dell’imbarazzo e soprattutto della disinformazione. Personalmente, l’ho amata, la considero geniale e divertente, oltre che utilissima.⠀

👨Tra i personaggi troviamo Otis, il protagonista, insicuro e goffo con le ragazze e spesso gli attacchi di panico lo colgono proprio in questi momenti, ad esempio, nella scena in cui lui e Lili cercano di avere un rapporto. ⠀

🏊Altro personaggio che ha un attacco di panico è Jackson, un ragazzo popolare, capitano della squadra di nuoto, sommerso dalle aspettattive di amici, insegnanti e delle sue due madri.⠀

😥Nessuno di loro si accorge quanto questo crei a Jackson una forte ansia, tanto da procurarsi volontariamente una frattura alla mano per prendere un periodo di pausa. ⠀

💔La mamma stessa di Otis, che è una terapeuta, ha un attacco di panico nel momento in cui rompe la sua relazione con Jakob, di cui è ancora innamorata, a causa della sua relazione precedente.⠀

⚫Anche Amiee ha un attacco di panico durante una festa, sebbene ⁣tutti i sintomi di Amiee siano riconducibili ad un distrubo da stress post traumatico, in seguito ad una molestia subita sull’autobus.⠀

✋Magari dei disturbi da stress post traumatico parleremo un’altra volta più approfonditamente, per oggi ci basta dire che possono generare dei profondi stati di ansia e dei veri e propri attacchi di panico.⠀

👤Mi piaceva riportarvi tutti questi diversi personaggi, perché si evidenzia come non ci sia una causa più valida di un’altra che provoca un attacco di panico, ogni persona che ne soffre ha delle motivazioni che sono sue e insindacabili.⠀

🌞Non vergognamoci per ciò che ci provoca ansia, ma attiviamoci per affrontarlo e stare meglio.⠀

⁣Se soffrite di attacchi di panico o è un periodo difficile che vi provoca una forte angoscia, potete contattarmi ⠀
📱388 829 6942⠀
📩 in direct qui su Instagram⠀

#iovadodallapsicologa#psicologaromanord#psicologamontesacro#psicologatalenti#attacchidipanicoroma#attacchidipanico#panicoansia#panico#hoansia#hobisognodiunopsicologo#stressansia#stressansiapanico#menostress#colloquiopsicologico#benesserepsicologico#sexeducation#sexeducationnetflix#otisemeave#sexeducation2 ##sexeducationmatters#educazionesessuale#educazionesessualeascuola

Categorie
Uncategorized

Attacchi di Panico – Famiglia e Paziente

CHE COSA SUCCEDE A LIVELLO RELAZIONALE NELLE FAMIGLIE DOVE UN MEMBRO SOFFRE DI ATTACCHI DI PANICO?⠀

😨Avere accanto una persona cara che soffre di attacchi di panico può attivare molteplici vissuti. All’inizio, la preoccupazione di tutti è rivolta all’aspetto medico, per cui si teme un infarto o un problema cardiaco.⠀

😟In un secondo momento, quando vengono escluse cause organiche, oltre il sollievo, può rimanere il dubbio e la confusione, perché non si sa bene come affrontare la situazione.⠀

😑Con il passare del tempo lo spaesamento iniziale può lasciar posto a vissuti di impotenza, frustrazione e ad un sentimento di inadeguatezza quando i propri tentativi di rassicurazione risultano non efficaci, ⠀

😥La frustrazione dei familiari, può attivare anche dei vissuti di colpa nella persona che soffre di attacchi di panico, aggiungendoli alla vergogna e alla paura.⠀

🚨D’altro canto è possibile invece lasciarsi coinvolgere così tanto dal panico che travolge chi ne è colpito, da perdere il controllo e sentirsi a propria volta invasi da angoscia e paura, anche se si è consapevoli che l’attacco di panico è transitorio e non condurrà alla morte.⠀

⚖️Per quanto riguarda i pazienti, c’è una costante oscillazione tra due poli: il bisogno di protezione dalla pericolosità del mondo e la necessità di indipendenza. Tutto ciò che può alterare l’equilibrio viene vissuto come fattore di forte angoscia. ⠀

☹️A ciò si aggiungono sentimenti di vergogna, imbarazzo e senso di colpa che possono essere molto dolorosi.⠀


🌾In questi casi, i vissuti di tutti i membri della famiglia possono essere dolorosi e ci si può sentire sopraffatti, non crediate di essere deboli o fragili, perché ognuno di noi cerca di fronteggiare le difficoltà al meglio che può.⠀

📩Se state affrontando un momento simile e avete bisogno di sostegno, contattatemi in direct per fissare un colloquio con me.

#attacchidipanico#panicoansia#ansiapanico#stressansia#stressansiapanico#iovadodallapsicologa#attacchidipanicoroma#psicologaroma#psicologaromanord#psicologatalenti#tachicardia

Categorie
Uncategorized

Attacchi di Panico

QUALI SONO I SINTOMI DELL’ATTACCO DI PANICO?⠀


😰Tachicardia, sudorazione improvvisa, senso di soffocamento, dolore al petto, vertigini e paura di morire sono alcuni dei sintomi dell’attacco di panico.⠀


🏥L’esperienza del primo attacco di panico è davvero terrificante e generalmente inaspettata, per cui spesso ci si reca al pronto soccorso con il timore di avere un infarto.⠀


👤In seguito a questo primo episodio, se ne possono verificare degli altri, anche in momenti di quotidianità, tanto da spingere la persona a temere che possano ripetersi in situazioni in cui sarebbe difficile allontanarsi o chiedere aiuto.⠀


⚫Questo può condurre al bisogno di uscire sempre accompagnati e a modificare le proprie abitudini in maniera sempre più drastica e progressiva.⠀


❓Le cause possono essere molteplici e associate a diverse situazioni stressanti che le persone si trovano ad affrontare ne corso della loro vita, situazioni diverse per ciascuno di noi e non sempre così evidenti da essere riconosciute come possibile causa scatenante.⠀


🛋 Nel momento in cui questi episodi iniziano ad essere causa di un disagio significativo, può essere utile rivolgersi ad uno psicologo per riuscire a gestirli nel momento in cui si verificano e individuarne le cause.⠀

📩Scrivimi in direct se senti il bisogno di prendere un appuntamento per un colloquio e iniziare un percorso e lasciami un❤ se hai trovato interessante e utile il post!⠀

Categorie
Benessere Psicologico

🐶Quali sono i benefici di avere un animale domestico in famiglia?

(In questa immagine ci siamo io e la mia canetta, che è stata anche uno dei motivi di ispirazione di questi post)
⁣⠀
♥Una ricerca di Associated Press del 2010 ha messo in luce come i proprietari di un animale domestico lo considerino un vero e proprio membro della famiglia.⠀


🎈In quanto tale ricopre diverse funzioni psicologiche, poiché veicola le emozioni, aiuta a contrastare le frustrazioni e i dispiaceri di chi si prende cura di lui e svolge anche una funzione di contrasto alla solitudine, soprattutto nelle persone anziane.⠀


💞⁣Varie ricerche hanno dimostrato che nella relazione tra animale ed essere umano si producono gli stessi ormoni che ci sono nelle relazioni tra due persone, di cui il più importante è l’ossitocina (il principale ormone deputato alla creazione dei legami di attaccamento, come quello madre-bambino).


💪Da altre ricerche è emerso che il sistema immunitario delle persone che vivono con un animale è più forte rispetto a chi non ne ha uno. Questo rafforzamento del sistema immunitario produce anche una protezione da altri problemi di natura psicofisica.⠀


🐾⁣Inoltre, lo stesso contatto fisico può influenzare la regolazione di molte altre funzioni. Infatti, quando accarezziamo i nostri amici pelosi si attivano alcuni processi regolatori che agiscono indirettamente su vari organi. Il battito del cuore rallenterà, così come la respirazione e avrà effetti su tutto il sistema neurovegetativo di cui parlavamo prima. Tale effetto positivo sarà bidirezionale, l’animale lo produrrà su di noi e noi su di lui!⠀


❗⁣Infine, avere un animale domestico, può aiutare a sviluppare il senso di responsabilità perché impariamo a prenderci cura di qualcun’altro. Spesso, per esempio, le giovani coppie prima di decidere di avere un figlio adottano un cane.⠀

Prendersi cura di un animale è un po’ come prenderci cura di noi stessi, poiché su di loro proiettiamo alcune parti di noi, quelle più infantili o che riusciamo a controllare di meno.⠀
💗Amiamoli tanto!⠀

Lasciami un commento con un animaletto se ti è piaciuto quello che hai letto🐕
E scrivimi in direct per qualsiasi domanda📩