Categorie
Uncategorized

Giornata dei calzini spaiati

Quante volte ci siamo sentiti spaiati?

Quante volte ci è capitato di non sentirci “giusti”, adatti al contesto in cui eravamo o ai contesti in cui siamo, magari ci sentiamo diversi, non in linea con lo standard della società.

Non conformi.

Quanto questa sensazione di diversità ci ha fatto provare dei sentimenti di esclusione, solitudine, incomprensione.

Chi più chi meno, tutt* ci siamo trovati a vivere una situazione simile, per alcun* questa discriminazione rappresenta una costante della vita, per altr* invece dipende dai contesti.

Eppure, questo vissuto di inadeguatezza e di discriminazione non dovrebbe esserci mai e in nessun caso.

Sulla mia pagina parlo tanto di discriminazione di genere, ma le altre non sono meno importanti o più tollerabili.

Per questo mi piace aderire a questa giornata che simbolicamente ci dice che siamo tutt* uguali, perché siamo persone e meritiamo di essere rispettat*, vist* e accolt* in quanto tali.

Inoltre, in questo periodo più che mai ci è capitato di sentirci soli, isolati, distanti, frustrati e confusi. Il covid ci ha fisicamente distanziati e ci ha fatto/ci sta facendo provare dei vissuti dolorosi che ci accompagnano nei trascorrere delle giornate.

Diciamo che mi piace pensare che come i calzini che si perdono nel cassetti, poi si ritrovano speriamo di ritrovarci presto e riabbracciarci.

#calzinospaiato #diversità #rispetto #inclusione #benesserepsicologico #discriminazioni

Categorie
Uncategorized

Come capisco quando ho bisogno di andare da uno psicologo?

Come capisco di aver bisogno di uno psicologo?
▫️
Guardate il video e parliamone nei commenti!

Categorie
Uncategorized

Donne e interruzione volontaria di gravidanza

Qual è la situazione dell’interruzione volontaria di gravidanza nel mondo?⠀

🌍Nonostante in molti Paesi l’aborto sia ancora illegale con poche eccezioni (per salvare la vita della donna, preservarne la salute e/o se il feto è compromesso), questo non impedisce alle donne di abortire.⠀
Anzi, le leggi restrittive rendono solo gli aborti clandestini e davvero poco sicuri.⠀

In tutto il mondo ci sono circa56 milioni di aborti ogni anno.⠀
‼Nei Paesi in cui la contraccezione è più disponibile e l’aborto tutelato dalla legge sono in numero minore!⠀

💍Circa il 73% delle donne che abortisce è praticato da donne che sono sposate.⠀

❌E la sicurezza?⠀
La metà degli aborti nel mondo avviene in situazioni non sicure. nei paesi in cui non è legale solo 1 su 4 viene praticato in sicurezza. Nei paesi dove è legale, circa 9 su 10 sono sicuri.⠀

🔺Ciò che accade proibendo l’aborto non è di ridurlo, ma di renderlo solo pericoloso per la vita della donna.⠀

🇮🇹E in Italia?⠀
Nel 2018 ci sono state 76.328 interruzioni volontarie di gravidanza, con un tasso di abortività pari a 6 IVG ogni 1000 donne tra i 15 e i 49 anni di età.⠀

📉I numeri sono in costante e graduale diminuzione rispetto al passato (nel 1982-3 le IVG erano circa 235mila l’anno e il tasso era 17 per 1000) anche grazie agli sforzi fatti dai consultori familiari e dai vari professionisti socio-sanitari che lavorano per diffondere le misure preventive ed evitare gravidanze indesiderate.⠀

Questa è una piccola fotografia di com’è la situazione.⠀
Nonostante la legge che rende legale l’aborto, moltissime sono le storie drammatiche, dolorose raccontate dalle donne che ricorrono all’IVG a causa di atteggiamenti giudicanti e pieni di pregiudizi del personale sanitario e della società in generale.⠀

❗Questo rende ancora più difficile un momento già di per sé complesso.⠀
Nel prossimo post parleremo proprio dei vissuti di chi affronta questa scelta.⠀

Categorie
Uncategorized

Stealthing.. cos’è?


⠀⠀
I testi che seguono sono stati scritti da @marialuisaiervolinopsi ⠀

La parola stealthing, che letteralmente significa “agire furtivamente”, viene usata per indicare la pratica di togliersi il preservativo durante un rapporto sessuale all’insaputa del* partner.⠀⠀
⠀⠀
Nonostante sia a tutti gli effetti una forma di abuso sessuale, chi lo pratica (e in qualche caso anche chi lo subisce) spesso non lo ritiene tale, o “abbastanza grave”.⠀⠀
⠀⠀
È importante considerare lo stealthing una forma di abuso sessuale proprio perché viola il consenso dato per dai partecipanti ad avere un rapporto sessuale protetto, ed è fondamentale che il consenso, per essere valido, sia informato di tutte le parti in gioco.⠀⠀
⠀⠀
Lo stealthing può avere molte conseguenze: di tipo fisico (infezioni sessualmente trasmissibili o gravidanze indesiderate) o psicologico (senso di colpa, vergogna, segni di chi ha subito un abuso sessuale).⠀⠀
Donne che lo hanno subito dicono di averlo vissuto come “grave violazione dell’autonomia personale e della dignità”.⠀⠀
⠀⠀
Per quanto riguarda la trasmissione dell’HIV e delle altre IST (infezioni sessualmente trasmissibili), c’è da considerare anche la questione della responsabilità penale del partner che trasmetta l’infezione, legata alla consapevolezza dell’alterazione della protezione. Decidendo, infatti, di sfilare o alterare all’insaputa del partner l’integrità del preservativo (es. bucandolo o rompendolo), potrà rispondere di lesioni aggravate qualora il partner che lo subisce venga infettato e decida di denunciarlo.⠀⠀
⠀⠀
Uno studio di Alexandra Brodsky per l’Università di Yale e pubblicato sul Columbia Journal of Gender and Law spiega in modo dettagliato l’esistenza di forum e comunità online nate per difendere lo stealthing come diritto di ogni uomo (di qualsiasi orientamento sessuale) a “diffondere il suo seme”, e a provare più piacere dato dal contatto diretto tra genitali. Addirittura in questi forum si possono trovare simil tutorial che insegnano come praticare lo stealthing.⠀⠀
⠀⠀
Non è ancora un termine molto usato, ma credo che dare un nome alle cose consenta di dargli la giusta importanza e riconoscerle quando avvengono

Categorie
Uncategorized

Bread crumbing

𝐕𝐨𝐢 𝐧𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐫𝐞𝐥𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐯𝐢 𝐚𝐜𝐜𝐨𝐧𝐭𝐞𝐧𝐭𝐚𝐭𝐞?⠀

🐦Breadcrumbing è una parola inglese e significa “spargere le briciole” per attirare gli uccelli e viene usata metaforicamentre per descrivere cosa succede in alcune relazioni disfunzionali, dove uno dei due partner manipola l’altro per attirarlo a sé e farlo rimanere nel rapporto.⠀

In che cosa consiste? ⠀
Uno dei due partner mette in atto dei comportamenti ambigui e contraddittori, per cui lancia dei messaggi contrastanti all’altr*⠀

🚩Anche se non è interessat* a nutrire la relazione in maniera sana per permetterle di crescere e spesso appare distaccat* e distante, invia dei segnali per far intendere che lui è ancora interessato, alimentando aspettative e speranze.⠀


Il breadcrumbing può avvenire sia sui social (tramite like, visualizzazioni delle stories, commenti, messaggi che fanno pensare “gli/le interesso ancora”, “Vedi, mi scrive”, “Mette like a tutte le mie foto”) sia nelle relazioni fisiche e “reali” con uscite, cene, baci o rapporti sessuali.⠀

🙍In entrambe le situazioni, però, segue una sparizione o l’assenza di un seguito a quanto avvenuto.⠀

Ciò che si prova spesso in queste relazioni è ansia, frustrazione, insicurezza e rabbia per il manacato soddisfacimento di aspettative che vengono alimentate e continuamente disattese.⠀

Ma noi cosa facciamo per rimanere all’interno di questa relazione così insoddisfacente e disfunzionale?⠀

🔗Spesso questi partner si agganciano all’altr* perchè quest’ultim* porta con sé dalla sua storia personale un grande bisogno di riconoscimento e così, quando queste persone così ambivalenti cercano l’altra, la fanno sentire importante e desiderata, riconosciuta e in grado di attirare le sue attenzioni.⠀

❓Ed è proprio questo bisogno di essere importanti per l’altr* che ci tiene bloccati in questa trappola e se non si lavora su questo bisogno, per capire da dove nasce, sarà molto difficile uscire da questo tipo di dinamica relazionale. ⠀


🌼Ricordatevi che il cambiamento è sempre possibile, ma per farlo è necessario essere prima consapevoli di come funzioniamo per poter poi cambiare.

Categorie
Uncategorized

Chi è lo psichiatra?

Continuiamo a parlare di PSI e oggi parliamo dello psichiatra 🤓
▫️
– è un medico;
▫️
– si è specializzato in psichiatria dopo la laurea;
▫️
– si occupa di curare i disturbi mentali, anche con trattamenti farmacologici.

Categorie
Uncategorized

Donne e contraccezione

Siete mai andate a comprare i preservativi? ☄⠀

Quando mi sono documentata per scrivere il post, sono rimasta profondamente sorpresa da quanto effettivamente la contraccezione sia a carico delle donne.⠀

Sebbene la percezione sia tutt’altra.⠀

🤭La mia domanda iniziale, un po’ provocatoria, sottolinea quanto spesso ci si vergogni a parlare di contraccezione tra le donne.⠀

💰Mentre nei fatti siano quelle su cui ricada maggiormente la contraccezione, specialmente quella più complessa e costosa.⠀

Ad esempio, la pillola anticoncezionale e la spirale si possono scegliere solo dopo aver fatto analisi e visite ginecologiche, quando si ha anche maggiore consapevolezza.⠀

❌La sterilizzazione, qualcosa di cui non avevo idea in termini di numeri e mi ha sconvolta, è forse l’apice estremo e terribile di questa sproporzione tra uomini (2%)donne (19%).⠀

Eppure, nelle relazioni quotidiane, uno dei metodi contraccettivi più comuni è il preservativo.⠀

🧔🏼Ma i profilattici chi li compra? L’uomo nella gran parte dei casi.⠀

Perché? Perché ci riempiamo di ormoni, ci facciamo impiantare la spirale e non ci occupiamo del metodo più facile e economico da utilizzare?⠀

✖Perché non ci proteggiamo da gravidanze indesiderate o malattie sessualmente trasmissibili?⠀

🦄Forse perché il messaggio implicito che viene inviato recandosi in farmacia e chiedendo un pacco di preservativi davanti a tutti è: “io, donna, ho dei rapporti sessuali.”⠀

💭E quindi, la domanda successiva che si affaccia nella mente è: “cosa penseranno di me?”⠀

Il timore di apparire le cosiddette “ragazze facili” è sempre dietro l’angolo.⠀

Ma perché questo per gli uomini non avviene?⠀

🙏Torniamo all’idea di mascolinità per cui i veri uomini hanno tanti rapporti sessuali e questo al massimo è un vanto.⠀

Le donne, in quanto donne, non portano il preservativo nel portafoglio.⠀

Che idea darebbero?⠀

🤷🏽‍♀️E quindi, se lui non ce l’ha/è restio ad utilizzarlo?⠀

Spesso lo si fa ugualmente, con tutti i rischi del caso.⠀

🌹Quello su cui mi piacerebbe riflettere insieme è quanto, invece, averne uno nel portafogli ci autodetermini, renda possibile vivere una sessualità consapevole, libera e sicura.⠀

Categorie
Uncategorized

Chi è lo psicoterapeuta?

🤔Chi è lo psicoterapeuta?
▫️
🤓Scopriamolo insieme!

Categorie
Uncategorized

I corpi delle donne e la società

🔄⁣Quanto le aspettative influenzano le relazioni?⠀

😰Quando conosciamo qualcun* quanto siamo insicur* di noi stess*?⠀

🗒Il discorso vale chiaramente per gli uomini e per le donne, anche se le donne al primo appuntamento si trovano ad affrontare più punti della lista da controllare.⠀

✔Ho fatto la ceretta per ogni evenienza?⠀

✔Ho l’intimo “giusto”?⠀

✔Sono sufficientemente sexy, ma non troppo da sembrare una facile (per carità! E poi, ma chi sono quelle facili?)?⠀

✔Capelli e trucco?⠀

✔Dio la mia pancetta/gambette/gambine *inserisci parte del corpo non in linea con lo standard* piacerà? Mi vergogno.⠀

⁉️Quante volte ci è capitato di sentirci insicure ad un appuntamento, a scendere in spiaggia con un pelo fuori posto e vergognarsi se si conosceva qualcuno, a modificare l’outfit in base alla “situazione peli”?⠀

☄Spesso il giudizio della società ci pesa addosso come un macigno.⠀

👀E influenza il modo in cui ci relazioniamo con l’altro sesso in tutte le situazioni della vita.⠀

🦄Il corpo deve piacere a noi e se piacerà a noi, piacerà a tutti, perché lo portiamo nel mondo con gioia e disinvoltura.⠀

🌹Tutti i corpi sono belli e sono validi!⠀

💬Che ne pensate? Scrivetemi un commento!⠀

📩Se la difficoltà ad accettare il proprio corpo dovesse essere tanto grande e dolorosa, scrivetemi in direct per fissare un appuntamento con me.⠀

Categorie
Uncategorized

Donne e canoni di bellezza

⁣Quante volte ci siamo specchiate e ci siamo fatte prendere dalle insicurezze?⠀

🔝Da sempre la società ha influenzato fortemente i canoni fisici a cui uomini e donne avrebbero dovuto rispondere per essere “belli”.⠀

♀️Sicuramente, le donne hanno sofferto maggiormente l’imposizione di questi canoni.⠀

🤰Nel paleolitico le statuette delle donne venivano rappresentate con seni e fianchi enormi, perché così rappresentavano la fertilità.⠀

🏃‍♀️Oggi, l’immagine della donna “bella” è quella che ha un corpo alto, snello, tonico, ma con seni e glutei sodi e senza cellulite o smagliature.⠀

🏃🏽‍♀️Ah, dimenticavo, senza peli e abbronzato.⠀

👝Ah, e la pelle del viso liscia, senza rughe, senza brufoli, punti neri e le così dette “imperfezioni”.⠀

💄Un viso truccato, curato, con i capelli in ordine e senza ricrescita, per favore.⠀

🖥Queste sono solo alcune dei messaggi co cui veniamo bombardate sin da bambin*.⠀

👧🏼👦Eh sì, sia maschi che femmine. ⠀
👧🏽Tanto che noi donne iniziamo a combattere con corpo, capelli e brufoli già alle scuole medie.⠀

🖤E ci riempiamo di insicurezze e paure.⠀

👦🏽Ma anche gli uomini si costruiscono nel loro immaginario collettivo l’aspettativa di QUELLE donne.⠀

🌀Si attiva così un circolo vizioso per cui tutt* ci creiamo aspettative su noi stesse e sull’altra.⠀

😎Su come dobbiamo apparire per essere attraenti, sexy, belli.⠀

❌Come se tutto il nostro essere dipendesse da lì.⠀

💣L’adolescenza, un periodo già complesso per la definzione della propria immagine di sé, è reso ancora più difficile da questo incessante bombardamento di aspettative.⠀

🍽Non a caso (ma non solo per questo, ci sono tante dinamiche relazionali da considerare) l’esordio di molti disturbi alimentari avviene proprio tra in questo periodo.⠀

❓Cosa ne pensate?⠀⠀
💬Lasciatemi un commento ⠀
📩Scrivetemi in direct se le difficoltà ad accertarvi sono tanto difficili da affrontare